Personaggi e le schede di lavoro

Scrivere un libro è una rubrica del blog inaugurata anni fa, uno spazio nel quale racconto e cerco di istruire gli addetti ai lavori e i curiosi su cosa significhi scrivere un libro.

Ne ho parlato anche nel mio canale YouTube in tanto mi scrivono per chiedermi consigli e suggerimenti e ho pensato che tale rubrica possa essere di aiuto per gli amanti e appassionati della scrittura.

I personaggi e le schede di lavoro

Cosa sono le schede di lavoro? Quando ti approcci a una storia, la prima cosa da fare è organizzarsi e per farlo nel migliore dei modi, è necessario eseguire le dovute ricerche, ma soprattutto creare dei documenti, cioè dei file, dedicati ai personaggi del libro.

Potete aprire delle cartelle sul PC oppure, come faccio io, uso entrambi, mi avvalgo anche di un’agenda cartacea, perché il digitale è bello e comodo ma se succede qualcosa, un guasto o altro di simile, la carta rappresenta il piano “B” su cui poter lavorare.

Cosa significa?

Il protagonista è la figura principale della storia su cui si basano gli eventi che si manifestano nella storia. Scegliete il nome e il cognome, spesso molti autori trascurano di presentarlo nel modo corretto e accurato. Indicate, con la giusta narrazione di chi state parlando: l’età, professione, Hobbie. anch

Ciò non significa svelare la carta di identità, ricordatevi che state romanzando, se trattasi appunto di questo velo narrativo. Individuare la chiave giusta interpretativa non è facile, per cui è importante che l’autore si alleni a scrivere, proprio come un atleta prima di affrontare una gara importante, dedica ore, giorni e mesi, talvolta anni a un adeguato allenamento, in modo da arrivare all’evento competitivo preparato per affrontare l’ardua prova per cui ha gettato con sudore e fatica le sue energie.

Redigere una scheda di lavoro su un personaggio aiuta la stesura della trama in corso d’opera. Dovete rendere più veritiero possibile il protagonista del libro, in modo che i lettori possano affezionarsi, relazionarsi al protagonista, provare anche sentimenti avversi, in base alla storia che state scrivendo.

Dovete caratterizzare il vostro protagonista. Che tipo di persona è? Qual è il suo vissuto e le esperienze del passato che hanno determinato il suo modo di essere nel presente.

Ognuno di noi è stato forgiato nell’anima e nel modo di vivere dagli eventi passati della propria vita, questo deve accadere anche per i vostri personaggi. Più sapete di loro, maggiori saranno le informazioni che raccogliete nella vostra scheda di lavoro, più intensi e forti saranno i risultati che otterrete nel descrivere il vostro Lui o lei o chiunque esso sia, nella vostra storia.

Uno scrittore sa sempre com’è il suo personaggio, ma trascriverlo nero su bianco lo rende più completo e soprattutto aiuta l’autore stesso a non perdersi spunti e punti cardini dello stesso. Durante la stesura del libro capita di pensare e idealizzare nella mente alcune circostanze che magari in quel momento non potete inserire perché tali informazioni serviranno più avanti, per questo è importante annotare gli aspetti del vostro protagonista affinché non vi dimentichiate chi esso sia, con tutte le sue sfaccettature, positive e negative, tristi o allegre, drammatiche o meno, tutto è fondamentale per raccontare il vostro personaggio e fare in modo che i lettori lo vivano come se fosse una persona vera e reale.

Descrizione fisica dei personaggi

Come sono i vostri personaggi? La descrizione fisica è importante da annotare nelle schede di lavoro; hanno i capelli biondi, castani, sono alti o bassi, occhi azzurri, nocciola, neri o come? Corporatura? A volte questi dettagli possono far nascere delle incongruenze, se non avete annotato i particolari del vostro personaggio, rischiate di dimenticarlo e scrivere una colorazione degli occhi per esempio diversa. Durante la rilettura e correzione il lavoro diventa più arduo e duro se dovete tener conto dei tanti e molteplici dettagli e minuziosità che servono e abitano un intero romanzo in tutto il suo essere.

Mostrate al lettore il personaggio

Cosa significa

Il vostro personaggio ha un’anima. Ogni azione e ciò che fa o dice avviene in relazione ai pensieri ospiti del suo cuore. Quali sono gli stati d’animo vissuti dal personaggio? Ama, soffre, è allegro, agitato, calmo, quali sono le sensazioni che prova e come “mostra” i sentimenti talvolta contrastanti che esibisce, lasciando parlare il corpo.

Le braccia si esibivano in una danza tribale, la giovane donna avvertiva l’impossibilità di bloccarle prima che provocassero altri guai. Sbraitò qualcosa d’incomprensibile nel vano tentativo d’imporre a se stessa quell’autocontrollo a lei ancora sconosciuto. Il labbro superiore tremava ogni qualvolta che si trovava in uno stato di agitazione. Si strinse tra le braccia cercando conforto in se stessa e in quel calore che avrebbe voluto ricevere da colui che amava, non accadde; quando il petto si mosse rumorosamente, realizzò che stava piangendo, singhiozzando, rimuginando su un amore perduto.

Regala emozioni e sogni

Il personaggio deve essere in linea con le persone di tutti i giorni, con quei lettori che possano immedesimarsi, che piangano, ridano, siano felici o arrabbiati quando l’evolversi degli eventi lo richiede. L’autore deve regalare sogni, perché chi legge spesso vuole immedesimarsi, desidera sognare e vivere quei sogni con i beniamini della storia che stanno leggendo e vivendo in quel momento.

Non è facile, certo lo capisco. Non cadete nell’errore di pensare il contrario, perché non dovete sprigionare un elenco di dettagli come se fosse la lista della spesa. Si tratta di elaborare testi avvalendosi del talento (ne parlerò prossimamente) unendo tecnica e scrivendo una struttura narrativa ottimale.

Come puoi conoscere i tuoi personaggi?

  • Interrogali
  • Interrogati

Poniti nei confronti dei tuoi personaggi come se volessi intervistarli. Cerca di scoprire come ti porresti nei confronti di tali personaggi se fossi un lettore. Chi è quel personaggio?

  • Cosa fa nella vita?
  • Quali sono i suoi gusti?
  • Che libri legge e quali film vede?
  • Quali sono le sue passioni?

Stilare una specie di biografia aiuta a concretizzare nella realtà idealizzata del lettore i protagonisti principali e secondari della storia.

Non servono a mio avviso tante pagine di un file per rendere vero un personaggio, l’importante è non avere fretta, pensare chi lui sia, come lo immagini, fisicamente e nella vita vera di tutti i giorni. Se lui fosse una persona fisica che conosci, come sarebbe?

Ci sono tante informazioni necessarie che l’autore per prima ha il compito di appropriarsi affinché le persone di cui narra nel libro, diventino reali nell’immaginario dello scrittore e del lettore.

Scrivi tutte le informazioni, fisiche e caratteriali, non dimenticarti della sua famiglia, amici e conoscenti, colleghi e tutto il mondo che lo circonda.

Avere una visione chiara del personaggio è fondamentale affinchè tu possa raccontare ai lettori la vita di qualcuno con i quali il lettore può identificarsi e affezionarsi agli stessi e quindi al libro.

Ricorda, un lavoro fatto bene permetterà ai lettori di affezionarsi ai personaggi e quindi al tuo romanzo e rimanere legato all’autore anche nelle prossime sue letture e acquistare e leggere tutti i libri dell’autore.

Sono giunta in chiusura di questo articolo che troverai incluso nella rubrica “Come scrivere un libro” insieme alle altri puntate già scritte, un modo carino che spero possa aiutare chi si avvicina alla scrittura e intende scrivere un libro.

Potrebbe essere di aiuto anche a chi è uno scrittore esperto o quasi, perché c’è sempre da imparare e penso che la chiave di una buona scrittura sia nell’umiltà di uno scrittore che ama mettersi in gioco, documentandosi nel modo giusto e corretto.

La chiave principale di un bravo scrittore è la lettura. Bisogna leggere tanto, diverse ore al giorno, tanti generi differenti e un numero discreto di libri al mese, per essere sicuri di appropriarsi di un buon linguaggio narrativo, descrittivo e immagazzinare una buona tecnica.

Grazie se siete giunti fino alla fine di questo articolo. Spero di avervi intrattenuto piacevolmente.

Ciao, sono Tiziana, alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...